L’altra sera un amico mi faceva notare la sua esitazione nel menzionare dei conoscenti in un articolo su di un blog. Temeva di poter essere giudicato di parte od essere accusato di nutrire secondi fini. Un dubbio del tutto legittimo…Ma quando le persone in questione sono davvero individui validi, per quale motivo bisognerebbe esitare? Cosi’ mi e’ venuta l’idea di presentare in questa sede una piccola galleria di alcuni membri del panorama culturale e letterario italiano che, secondo me, sono interessanti ed i cui lavori sarebbero da seguire con attenzione. Ebbene si’, “casualmente” sono anche miei conoscenti. Qualcosa da dire? Beh, ragazzi, come dice il “buon” re Leonida nell’opera di Miller “This is Sparta!”…
scialPartiamo quindi con il gia’ citato Elvezio Sciallis, scrittore e critico di letteratura e cinema fantastico. Elegante, raffinato e caustico quanto basta nelle sue recensioni, fortunatamente e’ ritornato a scrivere anche sul suo sito. Dotato di un raro senso critico e di onesta’ di giudizio, le sue analisi si basano sempre su di un’equilibrata analisi delle opere. E’ stato lui a coniare il termine “Gruppo Alia” per indicare quel manipolo di autori, illustratori ecc. indipendenti che hanno come nucleo aggregativo la CS Libri di Torino.
Anche come autore Elvezio si e’ fatto le ossa pubblicando vari racconti, in parte poi riuniti nel volume Il Dio nell’Alcova (2004). Un altro suo testo lo troverete prossimamente in Tutto il nero del Piemonte. Attualmente e’ impegnato nella stesura di nuovi racconti e di un romanzo…