La Type-moon e’ un ottimo esempio d’intraprendenza economica e di come il fandom giapponese riesca a far crescere i suoi membri fapiu’ promettenti trasformando un interesse amatoriale in professione (uno dei grossi problemi in Italia e’ invece proprio la cronica mancanza di questo sviluppo nel mondo dell’intrattenimento!). Fondata dal disegnatore Takeuchi Takashi e dallo scrittore Nasu Kinoko nel 1998, grazie alle ripetute presentazioni in manifestazioni come il Komiketto la Type-moon ha riscontrato un tale successo da divenire nel corso di pochi anni una prospera societa’ di produzioni di videogiochi e romanzi con agganci con case editrici del livello della Kodansha. Loro sono opere che, nella loro realizzazione in manga oppure in anime, sono molto note anche in Occidente. Ricordiamo ad esempio Tsukihime e Faye/stay night.

 

tsukMa, sostanzialmente, cosa produce la Type-moon e cosa li ha portati tanto lontano? La risposta sono i visual novel games, una variazione nipponica dei dating sim, il cui punto di forza e’ l’unione tra illustrazioni (a volte anche animate) di pregio ed un testo molto ben scritto. In realta’, si tratta di adventure games, spesso con richiami erotici molto forti che possono essere sviluppati da un ristretto numero di persone con competenze artistiche sufficientemente alte (e tutto sommato potrebbe essere un’idea che, in parte adattata, potrebbe essere tranquillamente realizzabile anche da creativi italiani). Il miscuglio tra fumetto, romanzo e gioco sarebbe senz’altro capace di attirare una grande tipologia di pubblico ed anche i mezzi necessari per quest’attivita’ si basano sulle capacita’ degli individui piu’ che sui grossi capitali. Certo rimarrebbe il problema della distribuzione e del fatto che da noi non ci sono fiere per i membri del fandom che vogliano davvero creare delle proprie opere…

 

KyouAttualmente di Takeuchi e Nasu sono popolarissimi in patria i romanzi del ciclo di Kara no kyokai (per la gioia del mio amico Davide all’inizio partiti come pubblicazione a puntate su di un sito web amatoriale e recentemente riediti dalla Kodansha in due spessi volumi)!. A partire da dicembre 2007, dai libri saranno tratti ben sette film d’animazione.

 

C’e’ di che riflettere…

 

 

 

 

Annunci