0449Nelle grigie giornate invernali, quando arrivano notizie da amici che a causa del “magnifico” funzionamento di alcune linee aeree italiane hanno perduto importanti occasioni di lavoro o sull’inaffidabilita’ di certe persone, non c’e’ nulla di meglio che accarezzare un felino per ritrovare la propria tranquillita’…
Ne sanno qualcosa i giapponesi che hanno aperto nelle loro citta’ diversi Cats Cafe’, negozi in cui e’ possibile sorseggiare te’ o caffe’ mentre placidamente si osservano gruppi di gatti. Volendo, e’ possibile anche giocare con loro!
Luoghi come il Catscafe di Shinagawa o il Neko no jikan di Osaka.

 

In effetti, nel paese del Sol Levante, come in molti altri luoghi, gli amanti dei gatti non sono pochi. Anche se tale passione raggiunge a volte un’ intensita’ sconosciuta altrove. Basta pensare a tutti gli albi fotografici dedicati (per non parlare dei siti), ad esempio, ai nikukyu ovvero ai cuscinetti delle zampe dei gatti che fanno letteralmente impazzire i gattofili nipponici! Volumi come questo o quest’altro! In effetti irresistibili…non viene anche a voi voglia di massaggiarli ?

 

E che dire della Neko nabe? Tranquilli, non si tratta di un piatto a base degli amici felini, ma di gatti che dormono tranquillamente dentro delle pentole (p.s. non sono forzati a farlo, semplicemente le trovano comode per arrotolarsi dentro)…

 

Ecco qualcosa che possiamo fare pure da noi. Convertire il vecchio monitor del computer di casa in cuccia gattesca!!!

 

Ah, si’, dimenticavo. Gatto in giapponese si dice neko.

Advertisements