Nero del PiemonteMi e’ finalmente arrivata stamattina copia del volume Tutto il nero del Piemonte, antologia ottimamente curata da Danilo Arona e da Angelo Marenzana che raccoglie 22 autori piemontesi i quali si sono cimentati con racconti relativi ai generi dell’horror, noir e giallo trattando al contempo tematiche sociali (non e’ affatto facile, credetemi!), e di cui ne avevo gia’ precedentemente annunciato l’uscita qui!

 

 

 

 

Riecco l’elenco del manipolo di audaci scrittori piemontesi:

 

Danilo Arona
Giorgio Bona
Angelo Marenzana
Mariangela Ciceri
Desire’e Coata
Sergio Pent
Davide Cavagnero
Paola Caretti
Claudio Braggio
Matteo Severgnini
Raffaella Testa
Alessandro Defilippi
Edoardo Angelino
Iginio Ugo Tarchetti
Massimo Soumare’
Fulvio Gatti
Elvezio Sciallis
Gian Maria Panizza
Massimo Citi
Silvia Treves
Davide Mana
Selene Pascarella

 

Obiettivamente, le opere raccolte sono davvero interessanti. D’altra parte, e’ innegabile il fatto che questa regione ha una lunga ed onorata tradizione nel campo della letteratura fantastica e poliziesca.

 

Nel mio racconto dal titolo Wagahai wa ryu de aru (Io sono un drago), titolo palesemente ispirato al grande romanzo di Natsume Soseki Io sono un gatto recentemente tradotto anche in Italiano da Antonietta Pastore – un ottimo volume da regalare per Natale! -, si parla dell’autore nipponico, di vari luoghi di Torino, di un po’ di magia e, ovviamente, di un drago orientale…

 

Tutto il nero del piemonte, Edizioni Noubs, Chieti, Pagg. 213, novembre 2007, 13 euro.

Acquistabile qui o su IBS: