lpRiprendo un divertente post del blog di Davide a sua volta ispirato da una discussione avvenuta nel blog di Silvia Treves. Il tema e’: andresti a cena con i tuoi personaggi? Dunque, vediamo…

Uhm, ci sono Wakatake, Sakata no Sukune e Tohon Shunso di Il magatama (ALIA2). Wakatake e’ un bravo ragazzo, ma un genio non lo si puo’ proprio definire. Sakata, che pure compare in Sul fondo del mare (ALIA3), e’ un giovane interessante, ma difficile rimetterne i pezzi insieme (e forse non conviene neanche troppo se si tiene alla propria salute). Di Tohon non se ne parla neppure! Con uno soprannominato “il guerriero di pietra” e’ decisamente meglio evitare una serata in pizzeria o da un cinese…
Su Fata Morgana del 2008 sto pensando di scrivere un nuovo episodio di questo ciclo, magari raccontando la storia della fidanzata di Sakata. Dovrebbe essere una ragazza molto affascinate, anche se con qualche “piccolo” problema. Uscire con lei? Ci pensero’…

Il protagonista di Il traduttore e la dea e Bye bye mosca (Fata Morgana8 ) poi e’ un gatto (forse…). Beh, se si tratta di un ristorante che ammette i felini ed offre qualche piatto prelibato per i simpatici animali per me e’ ok. I due “bipedi” presenti nelle storie non fanno testo e inoltre sono ormai in qualche altro piano astrale… Cat power!!!

Il buon gatto bianco riappare in Tunnel (Fata Morgana9). Con il disgraziato che compare in questo racconto (e che qualche anno fa mi ha attirato l’ira funesta delle signore presenti in sala alla presentazione dell’antologia!) non ci uscirei assolutamente. E poi lui ha altro da fare. Si’, in un posto molto, molto caldo…

Beh, Karla di Miwaku (Fata Morgana10) mi piace moltissimo e ammetto che ci uscirei volentieri (finalmente una ragazza!) la prossima volta che passa per Torino, pero’ immagino che non ci batterei chiodo. Troppo interessata all’avventura, alla magia ed alle borse firmate, la signorina.

Hijikata Toshizo di Il sogno del nord (ALIA4) e’ un personaggio storico certo affascinante, ma ha qualcosa di lupesco… Meglio non fidarsi! Anche se in una rissa lo vorrei al mio fianco!

Carlo di Maboroshi (Fata Morgana11) e’ un tizio troppo indeciso. Mi toccherebbe aspettare delle ore prima che si decida ad ordinare qualcosa. Inoltre prende troppe pasticche. Pero’ e’ un editor, meglio tenerselo buono. Non si sa mai.

Il protagonista di Wagahai wa ryu de aru (Tutto il nero del Piemonte) e’ un uomo simpatico, ma ormai e’ volato via in altri lidi. Pero’ e’ rimasta la sua fidanzata Gloria, una focosa “rossa”…

Il personaggio principale di Dal ferro e dal fuoco (Hitonigiri no igyo) – inedito in Italia e uscito solo in Giappone – e’ una spada. Nel senso piu’ letterale del termine. Sarebbe una ragazza un po’ troppo “tagliente”.

La copia protagonista di Storia romantica di code e di canini prossimamente in uscita in ALIA5 e’ assai divertente ma, ecco, purtroppo non gradiscono molto la compagnia degli esseri umani. Il problema sarebbe che non vorrebbero uscire loro con me…

Advertisements