ChVisto che Kyocchan in un commento ad un post precedente ne ha parlato, vale la pena spendere qualche altra parola su Cutie Honey The Live.
Prodotto appartenente al filone del tokusatsu, il quale include telefilm come le serie di Ultraman e Kamen Raider e che gode in Giappone ed in molti altri paesi asiatici di una vastissima popolarita’ soprattutto tra i bambini da ormai decine di anni, ha pero’ molti punti che ne fanno un caso particolare. Si tratta infatti di un tokusatsu di venticinque episodi dalle atmosfere insolitamente cupe e violente con riferimenti sessuali espliciti a dispetto dei risvolti comici, decisamente destinato ad un pubblico piu’ di adulti che di ragazzi.
A parte alcuni cali di toni, resta sempre su livelli molto alti con una sceneggiatura ben costruita e diretta con fermezza facendone un’ ottima serie per chi aprezza una fantascienza-horror d’azione dai toni maturi. Certo questo rende assai improbabile una messa in onda sulla reti italiane… D’altra parte e’ vero che anche la televisione giapponese lo ha trasmesso in orario notturno.
Le discrepanze con l’opera originale di Nagai Go sono considerevoli, prima tra tutte la presenza delle due sorelle di Honey (una simpatica Hara Mikie) Sister Yuki e Sister Miki interpretate rispettivamente da Takeda Makoto e da una Misaki Ayame in stato di grazia. Eppure forse e’ la trasposizione in live di un’opera di Nagai che piu’ ha conservato lo spirito del grande maestro.
La descrizione dei conflitti interiori che hanno luogo nelle parti piu’ oscure dell’animo umano, tema centrale, rimane ancor piu’ evidenziata dal fatto che le tre protagoniste siano tre giovani ragazze. Il tono della serie e’ ben espresso in questo filmato di una delle tre sigle di chiusura.
In Giappone sono ora usciti i DVD della serie terminata nel mese di marzo.

Advertisements