Katawa ShojoQualcuno si ricordera’ che la scorsa estate ho parlato su questo blog di Katawa Shoujo, la visual novel internazionale al cui sviluppo partecipano anche alcuni connazionali.
Bene, Marco molto gentilmente mi ha appena informato che da oggi sul website principale del progetto sono disponibili le pagine in italiano e che presto ci sara’ pure una prima demo bilingue!
Qui potete trovare qualche altra notizia piu’ particolareggiata al riguardo di Katawa Shoujo e qui scoprire come e’ nata ed e’ cresciuta l’idea (se vi compare il testo in giapponese o inglese, selezionate italiano nella dicitura in basso alla pagina).

Come gia’ dicevo, il modo in cui questo progetto si e’ sviluppato coinvolgendo persone di diversi paesi che sono riuscite a collaborare insieme in modo estremamente costruttivo e’ assai interessante sotto diversi punti di vista.
Dimostra come oggi, con un buon lavoro di team, si possano superare le barriere nazionali creando un prodotto tutto sommato a basso costo, ma di notevole qualita’ e che puo’ aspirare ad una grande diffusione. Rende evidente come la fruizione (lettura di manga e fumetti, visione di anime eccetera), debba essere almeno in parte poi rielaborata nella creazione di nuovi prodotti originali. Se il mercato italiano non e’ in grado o non ha la volonta’ di assorbirli, allora forse conviene incominciare a ragionare su una dimensione piu’ grande…

E’ ormai una realta’, ad esempio, il fatto che molti giovani illustratori italiani, pur restando a vivere qui, realizzano i loro lavori per committenti americani, inglesi o anche giapponesi…
Su quest’ultimo argomento ci ritornero’ ancora sopra piu’ avanti.