Scambi artistici tra Oriente e Occidente

Lascia un commento

orange-HiroseDal 03/04/2009 al 23/05/2009 alla Galleria Maria Grazia Del Prete, Via di Monserrato 21 Roma, si terra’ la mostra Angel Novus di Satoshi Hirose, artista giapponese che vive in Italia da ormai 18 anni.

****************
Press release

La Galleria Maria Grazia Del Prete ospitera` nei suoi spazi la mostra Angelus Novus di Satoshi Hirose, a cura di Angelo Capasso. Il titolo della mostra fa riferimento all’acquarello di Paul Klee del 1920, appartenuto per alcuni anni a Walter Benjamin che vide nella figura del dipinto l’angelo della storia: “Il suo volto e` rovesciato verso il passato. Dove percepiamo una catena di eventi, egli vede una sola catastrofe che continua a sovrapporre relitti su relitti”. Satoshi Hirose reinterpreta l’opera del famoso pittore tedesco attraverso la chiave interpretativa di Benjamin e propone una “diversa lettura della storia, intesa non attraverso una catena di eventi, ma con lo sguardo fenomenologico sulla Natura attraversata dalla Cultura” (Angelo Capasso).

Hirose presentera` tre sculture: Beans Cosmos, realizzata in resina acrilica trasparente contenente elementi poveri come i fagioli che si mescolano alla ricchezza di pepitine di oro e al mistero di palline di carta geografica accartocciata. Pozzo del mondo e` una pietra nera ovale in cui la superficie incisa di circa tre millimetri e` ricoperta d’acqua, nel liquido sono posti dei legumi e dell’oro. Hermaphrodilos fiori artificiali e bambu` si avvitano a spirale tendendo perpendicolarmente verso l’alto. Troviamo esposti anche un dipinto: Untitled (Cosmologia dei legumi) e una fotografia Kein Matterhorn 1997.
In Untitled dieci tipi di legumi e cera sono assemblati insieme ricordando lo spazio universale. Kein Matterhorn 1997 fa parte di una serie di fotografie di cieli che l’artista ha iniziato a scattare nel 1991 durante i suoi viaggi in differenti parti del mondo. Il fascino del cielo ritratto trova compimento nelle sue molteplici variazioni di forma in uno spazio privo di limiti, in un’immagine fluida che continua a spostarsi senza sosta.

****************

In occasione della mostra, il 2 aprile 2009 alle ore 18:00 presso l’Istituto Giapponese di Cultura (Via Antonio Gramsci, 74 – Roma ) si terra` una conferenza di Angelo Capasso sull’arte tra Italia e Giappone dal titolo: Il presente e l’antico: l’arte contemporanea tra l’Italia e il Giappone e la presentazione del libro Satoshi Hirose. Viaggio (Silvana Editoriale, Milano).

Invece dall’altra parte del mondo, allo YADOYA-Tokyo Information Centre della capitale giapponese, dal 10 marzo al 10 aprile 2009 si tiene una mostra fotografica della fotografa Laura Liverani dal titolo Neon Dreams.

****************
Press release

YADOYA – TOKYO INFORMATION CENTRE

presents

NEON DREAMS

a photo exhibition by

LAURA LIVERANI

10. 3. 2009 -10. 4. 2009

NEON DREAMS (2007-2008) is a photo exploration of hypertrophic cities of the Far East as seen through low-fi photographic media. Self made
and toy cameras are used to capture the emotional values of urban
landscapes, to dissolve real topographical features into a dystopian
fictional world. Panoramic images of Tokyo, Osaka, Hong Kong,
Shanghai and Beijing are captured with a Wasabimatic, i.e. a self
made pinhole device adapted from a recycled wasabi can, while Tokyo
hectic commuter landscape is seen through a hazy plastic lens.

Italian photographer Laura Liverani has been photographing Asia for
almost 10 years. Her stories focus on urban life, from Hong Kong
housing estates and Beijing punks to Tokyo commuters. Her work has
been featured in magazines, books and exhibitions in Asia and Europe.

Publications Hong Kong Standard Weekend, That’s Beijing/ Immersion
Guides, the Guardian Guide, Metro, la Repubblica, Grazia. Solo
exhibitions 2009 Asian Studies Group, Milano, eTokyo Ridersf- 2006
The Economist Gallery, Fringe Club, Hong Kong, eHigh Densityf,
presented by the Consulate General of Italy- 2005 Micamera Bookstore
Milano. eTowersf – 2004 Modo Infoshop, Bologna, eVertical
Villagesf.

****************

Immagine: opera La casa degli alberi d’arancio di Satoshi Hirose al The Sculpture Garden Museum Vangi Museo della prefettura di Fukuoka, 2006.

Akutagawa e il comitato di protesta

4 commenti

LN-49E’ appena uscito il numero 49 della rivista letteraria LN-LibriNuovi edita dalla CS_libri di Torino. Ecco il sommario:

Contenuti e Contenitori

5 – Sentinella: A tu per tu con Dio

9 – Luna storta: Movimenti tra editori

11 – CS_libri: nonostante tutto

Il Golem

13 – Cultura e coscienza

18 – Per vie traverse

Interzona

22 – Per un manuale del narcos: incontro con Luca Rastello

27 – Barack Obama come autore: i sogni di mio padre / sulla razza

31 – Libri da tasca

33 – Anestesia da supermercato

35 – L’imbecille verita’ delle morte

In un’ aria diversa

37 – L’infinita rabbia dei nuovi indiani

39 – Il carro di fuoco dei dannati

Il Magazzino dei Mondi

41 – Tutti dobbiamo morire. Ma quando?

48 – Un paio di mesi d’inverno

56 – Recensire in coppia

60 – Nulla o quasi davanti a Dio

62 – Knock-out a Knockemstiff

63 – Tolstoi in Piemonte

64 – Niente fumo

66 – La lingua inghiotte tutto

67 – Romanzo da compagnia

68 – Le sette vite di Charles

70 – Giocare di stile

71 – Il romanzo terminale

72 – Letture controvoglia

75 – Napoli nobilissima.

Le divergenti vie del Teatro Napoletano – 2.

86 – Il Sigillo grigio, Cucina turca a Francoforte

87 – Vero noir nel 2008

88 – L’ultima musica

89 – Global Thriller

90 – Pinguini e tacchini

92 – Inganni, segreti e la nascita del poliziesco

TerraNova

94 – Per una storia naturale della narrativa fantastica 38.

Cartoline dalla frontiera? la popular cyberculture

110 – Un te con Thomas Hardy (per tacer di Jess Franco)

121 – Un viaggio verso il surreale

125 – La fine della trilogia

Una frase, un rigo appena

127 – Akutagawa e il comitato di protesta di Massimo Soumare’

Ebbene si’, dopo il racconto con Sei Shonagon edito su Fata Morgana 12, il protagonista del mio racconto, come intuibile dal titolo, e’ un altro grande esponente della letteratura nipponica, lo scrittore giapponese Akutagawa Ryunosuke.
Riporto qui parte del commento di Massimo Citi che precede la storia e che ho molto apprezzato: “Il piccolo <scherzo> in forma narrativa di Massimo ha anche il pregio – non piccolo – di suscitare interesse e curriosita’ per la produzione del grande scrittore giapponese. Da leggere e magari da annotare…”

Lo spero veramente!

昨日、文学雑誌「LN-LibriNuovi」49号が発刊されて、「Akutagawa e il movimento di protesta」 (「芥川と抗議運動」)短編が載りました!
シュールな、ちょっと可笑しな話で、芥川の作品に出た主人公たちは、もし短編の自分の役目について不満があって作家に文句を言っていたらとの設定だ……。まあ、芥川へのオマージュですね。

Fata Morgana 12 in Cina

Lascia un commento

Il mil

Fa sempre piacere vedere un libro a cui si e’ collaborato girare per il mondo.
Cosi’ Fata Morgana 12, ricompiendo il viaggio di un famoso viaggiatore, e’ giunta anche nel lontano Catai.

E, se tutto, andra’ bene, presto interessanti novita’ dal lontano Paese di Mezzo. Restate “sintonizzati” su questo blog. ^^

A fianco: pagina tratta da Il Milione di Marco Polo.

La ricompensa della dea, film giapponese ambientato in Italia

5 commenti

AmalfEsce a meta’ luglio in Giappone la pellicola Amalfi, megami no hoshu (Amalfi, la ricompensa della dea) che vede tra i protagonisti un cast di prim’ordine con Oda Yuji, Amami Yuki, Toda Erika, Sato Koichi, Otsuka Nene e Sano Shiro realizzata per celebrare i cinquant’anni di attivita’ della Fuji Television. Punto interessante, il film e’ totalmente ambientato in Italia ed e’ stato girato tra Roma e Amalfi!
La vicenda ruota intorno alla scomparsa di una ragazza giapponese a Roma poco prima delle celebrazioni natalizie. Il diplomatico Kuroda (Oda Yuji) con l’aiuto di una tirocinante all’ambasciata giapponese di Roma (Toda Erika) e della madre della ragazza scomparsa (Amami Yuki) si mette sulle tracce della giovane. Si tratta di un caso di rapimento a scopo di estorsione o invece di un attentato terroristico?

L’operazione dovrebbe probabilmente produrre effetti positivi quali un incremento del numero di interessati alla lingua italiana in Giappone ed inoltre essere anche una buona promozione turistica per il nostro paese.

Nel sito ufficiale e’ possibile vedere anche un primo breve trailer.

Foto: Duomo di Amalfi, fonte Wikipedia.

Matsuri Italia di DJ Maru

2 commenti

matsuri-Italia

Il vulcanico DJ Maru ha avviato una nuova iniziativa per la diffusione in Italia della musica giapponese Visual kei e J-rock (realta’ accettata e di successo in molti paesi europei quali Francia e Germania dove ormai i CD vengono prodotti, distribuiti e venduti nei maggiori negozi musicali mentre qui da noi resta ancora prevalentemente un fenomeno di nicchia) inaugurando il progetto 祭 Italia.
Si tratta di un blog e di un gruppo google nato proprio con il proposito di creare una piu’ efficiente catena di diffusione delle notizie relative alle varie band musicali e di supporto logistico e promozionale per i loro concerti nel nostro paese.
Sul blog sopraccitato potrete trovare notizie piu’ approfondite riguardo l’attivita’ svolta.

Bumba Atomika a Beijing!

Lascia un commento

FBeijBumba Atomika, pellicola indipendente e low budget del regista Michele Senesi, dopo essere stata in concorso in diversi festival internazionali e’ ora l’unica pellicola italiana selezionata per il New Beijing International Movie Week di Pechino. Qui la lista delle opere partecipanti.
Il film verra’ proiettato mercoledi 4 marzo alla prestigiosa China Central Academy of Fine Arts alle ore 13:30.

Interessante il commento da parte cinese al film <beautiful. Heavily inspired by Hong Kong films of the 80s and 90s, and sharing dreams with Quentin Tarantino>.
Lo so Michele che ti piace di piu’ la prima parte…^^

Per chi fosse interessato e si trovasse in Cina l’indirizzo e’ il seguente:
Wednesday, March 4, starting 1:30pm at the Central Academy of Fine Arts, Building 7, basement -1, Ingresso libero.

Bumba ed io abbiamo avviato una piccola collaborazione che risale proprio a due anni fa… Chissa’ se qualcuno si ricorda ancora di Miwaku?
E nel film di Michele fa capolino, seppure per poco, ALIA2!

L’immagine e’ quella del poster ufficiale del New Beijing International Movie Week.