Il paese di Yamatai e la regina Himiko

10 commenti

Japan in five Ancient Chinese ChroniclesE’ stata lunga, molto lunga. Tanto che in questi anni ho imparato ad apprezzare la paziente Penelope piuttosto che quel filibustiere di Ulisse che gironzolava tranquillo e beato per l’Egeo e in altri luoghi ameni…
Questi otto lunghi anni anni hanno visto crescere la “leggenda” del librone (come tutti hanno preso affettuosamente a chiamarlo tra i miei conoscenti) fino a farlo diventare quasi una chimera o un sogno utopistico. Bastava infatti pronunciare la parola “librone” per generare un giro di scommesse sulla data di uscita che neanche gli inglesi… Avreste poi visto scorci di autentica follia tipo il mio amico Davide e il sottoscritto favoleggiare la costruzione di un kofun in Piazza d’Armi (cosa che immagino sarebbe assai poco gradita al comune di Torino…) mentre discutevamo sui progressi del volume davanti a qualche boccale di birra.
Alla fine pero’ e’ uscito! Japan in Five Ancient Chinese Chronicles: Wo, the Land of Yamatai, and Queen Himiko e’ reale ed e’ qui tra le mie mani! Devo dire che l’edizione della Kurodahan Press distribuita sia in USA che in Giappone e’ davvero molto curata. Ottima la traduzione di Davide (credo di averlo quasi portato sull’orlo della pazzia con le mie continue aggiunte! Sumimasen!!).
Devo ringraziare davvero molte persone, tra cui Edward Lipsett della Kurodahan Press che ha creduto fin da subito in questo progetto. Sarebbe impossibile elencarle tutte qui. Con progetti di questo tipo si impara (o si rammenta) che l’editoria e’ fatta di diverse figure professionali oltre l’autore il cui lavoro contribuisce a realizzare un prodotto finito di qualita’.

Bene, qualcuno si ricordera’ immagino il vecchio disegno animato di Jeeg il robot d’acciaio. La regina che vi compare e’ basata su di un personaggio citato nelle prime cronache cinesi che parlano del Giappone (e che, per inciso, sono le prime opere storiche che ci danno informazioni sul paese del Sol Levante). Japan in Five Ancient Chinese Chronicles: Wo, the Land of Yamatai, and Queen Himiko presenta quindi la traduzione di queste cronache storiche cinesi che descrivono l’arcipelago giapponese corredate di un abbondante apparato di note per la comprensione testi.

For the first time in English, this work presents a comparative study of the content of famous Chinese historical texts that are fundamental in the knowledge of Japanfs ancient history. Soumaré translates documents from the Chronicle of the Wei to the History of the Song, thus providing an unparalleled resource for scholars, students, and general readers with an interest in Japanese history and culture.
The book serves as a guide for scholars in the field, providing information on date of first publication, content, and authors of the different histories, with the original text accompanied by translations and explanatory notes. Reprints and related academic publications are covered in an extensive multilingual bibliography, making this an essential textbook for any student of ancient Japan, and a key reference work for investigations into the spread and influence of Chinese culture.

Il volume e’ in vendita sia su Amazon.com che su Amazon Japan, Amazon UK e Amazon.de.
E, no, per ora non e’ in programma l’uscita di un edizione italiana. O meglio, esiste, ma si tratta di un inedito. Certo se ci fosse un editore interessato… Be’, perche’ no.

先日、『Japan in Five Ancient Chinese Chronicles: Wo, the Land of Yamatai, and Queen Himiko』(『中国の歴史書に見る日本―倭国、邪馬台国、卑弥呼』)がいよいよ出ました。

執筆を始めて8年間経ちました……確かに思っていたより時間が遥かに必要になりました。日本では、魏志倭人伝や卑弥呼に関わる 優れた本は確かにとても多いが、西洋では珍しく、この本でいろいろなものを纏めて紹介してみて西洋の、古代日本・アジアに興味がある方、学生、研究者に少 しでも役立てるととても嬉しいです。つまり、ガイドブックだとも言える書籍でしょうね。
やっと、本は私の手の中にあり、プリントもレイアウトも、全て本当に良く出来ました。流石の黒田藩プレス!
黒田藩プレスのリプセットさんと翻訳家のマーナさんはともかく感謝しなければならない人はたくさんいます……だから、 これからも頑張ります!

Gli strani casi del professor Munakata

1 commento

HosHoshino Yukinobu (1954-) e’ uno di quei mangaka il cui tratto e modo di narrare si avvicina molto a quello del fumetto d’autore europeo. Eccellente disegnatore almeno quanto raffinato narratore, nei suoi lavori si riscontrano sempre profonde tematiche legate all’uomo e al suo rapporto con i propri simili e con la natura che lo circonda. Soprattutto ama i racconti fantascientifici e del mistero con risvolti archeologici come nella magnifica serie di Munakata kyoju (Il professor Munakata) che presenta alcuni punti di contatto con il nostro Martin Mystère e che nel 2008 ha vinto il Japan Media Arts Awards nella sezione manga. Un’altra sua importante opera e’ Yamataika, fumetto storico fantascientifico che nel nel 1992 si e’ aggiudicato la ventitreesima edizione del Premio Seiun.
In Italia e’ forse maggiormente noto per la serie di 2001 Nights edita da Flashbook edizioni.
L’importanza e la qualita’ del lavoro di Hoshino e’ evidenziata dal fatto che proprio in questo periodo, dal 5 novembre 2009 al 3 gennaio 2010, lo stesso British Museum sta dedicando una mostra proprio al personaggio del professor Munakata (quasi in contemporanea con una bella esposizione di statuette dogu, le quali compaiono nelle storie del personaggio creato da Hoshino).

La mostra al British Museum e quella all’Accademia di Belle Arti di Torino (14 gennaio-14 febbraio 2010, con opere esposte rappresentanti un percorso storico che va dalla fine del XVII secolo fino al 2009 e che eccezionalmente presentera’ i lavori di ben sette illustratori e fumettisti giapponesi contemporanei noti internazionalmente), sono le punte d’eccellenza di un riconoscimento europeo dell’illustrazione e del manga giapponese contemporaneo come forma d’arte a tutti gli effetti.

Immagine: copertina del primo volume della raccolta Munakata kyoju denkiko, Hoshino Yukinobu, edito da Ushio Shuppansha, 1996

ALIA non dorme mai!

Lascia un commento

alia08Nell’ambito delle iniziative dell’Associazione culturale
Libri e Culture

Venerdi 20 novembre, ore 21.00 presso la C.S. Coop. Studi Libreria Editrice di V. Ormea 69, Torino

Davide Mana, curatore della sezione inglese dell’antologia ALIA
Massimo Soumaré, curatore della sezione giapponese dell’antologia ALIA e Silvia Treves, coordinatore editoriale della rivista LN-LibriNuovi,
presenteranno passato, presente e futuro del progetto ALIA, con letture ad alta voce di Morgana Citi.

Intervenite numerosi! Ci sono grosse novita’ nell’aria…

**************
A causa di un imprevisto arrivero’ abbastanza in ritardo, ma saro’ comunque presente (^^)b

Racconti nuovi e antichi del fantastico italiano

2 commenti

csban

Nell’ambito delle iniziative dell’Associazione culturale
Libri e Culture

Sabato 14 novembre 2009,
ore 10.00
presso la
Biblioteca Shahrazade
di V. Madama Cristina 41, Torino

Davide Mana, curatore della sezione inglese dell’antologia ALIA
e Silvia Treves, coordinatore editoriale della rivista LN-LibriNuovi,
presenteranno testi e racconti nuovi e antichi del fantastico italiano,
con letture ad alta voce di Morgana Citi.

Visioni del Giappone – Visions of Japan

4 commenti

takan10 – 18 NOVEMBRE 2009
alessiostudio propone un’iniziativa legata alla cultura giapponese in collaborazione con l’Hotel NH Santo Stefano di Torino.
L’Hotel NH Santo Stefano si trova nel quartiere del “Quadrilatero Romano”. alessiostudio esprime la propria creativita’ e professionalita’ nei settori dell’architettura, della comunicazione & grafica, della produzione video e degli eventi. Visioni del Giappone – Visions of Japan, e’ frutto di una ricerca che si e’ sviluppata negli anni, uno sguardo aperto verso la societa’ contemporanea nelle sue diverse espressioni (appunti, sguardi, elementi urbani e architettonici, le tradizioni e gli aspetti innovativi del vivere sociale).
La mostra, con la presenza di diverse installazioni e proiezioni video, si colloca nei locali della prestigiosa sede dell’albergo di Via Porta Palatina, 19 in Torino. La mostra si svolge dal 10 al 18 novembre 2009, dalle ore 18.00 alle 22.00.
L’inaugurazione del 10 novembre alle ore 21,30 prevede un buffet e spazio lounge con un intervento musicale a cura di Claudio Nicola al contrabbasso.
Il 16 novembre alle ore 18,30 e’ previsto un incontro “Racconti dal Giappone Contemporaneo” conversazioni su cinema, anime e letteratura a cura di Dario Tomasi, docente di Storia del Cinema presso l’Universita’ di Torino, Facolta’ di Lettere e Filosofia con Stefano Gariglio, critico e Massimo Soumare’, traduttore e scrittore.
Gli autori e curatori della mostra sono Lorena Alessio e Giorgio Risso con la
collaborazione di Rosali Alessio e Marco Brizio.
L’esperienza di alessiostudio nella produzione video si e’ sviluppata sul campo della ricerca legata al Giappone, alla documentazione di eventi e nell’ambito delle due recenti rassegne di musica contemporanea “In Scena!”, in collaborazione con Fiari Ensemble.
Presso NH Santo Stefano Via Porta Palatina, 19 – 10122 Torino

Incontro con l’architetto Shigeru Ban

Lascia un commento

BashigLa Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino e alessiostudio, per la stagione 2009-2010, propongono sei incontri di ARCHITETTURA.
La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo nasce nel 1995 per promuovere l’arte contemporanea in diversi ambiti culturali.
L’alessiostudio esprime la propria creativita’ e professionalita’ nei settori dell’architettura, della comunicazione & grafica, della produzione video e degli eventi.

L’organizzazione di eventi diventa elemento di incontro e confronto con la Fondazione, proponendo questo programma.
SEI INCONTRI con architetti per discutere di tematiche attuali, approfondire aspetti progettuali e diffondere la consapevolezza della qualita’ necessaria degli spazi in cui si vive.

Gli incontri saranno suddivisi in:
L’ARCHITETTO SI RACCONTA, TRE DIFFERENTI INCONTRI, dove verranno invitati tre architetti di fama internazionale a presentare le loro realizzazioni in architettura;

GLI SPAZI IN CUI SI VIVE, TRE DIFFERENTI INCONTRI, con discussione sui temi:
– spazi dell’abitare
– spazi del lavoro
– spazi pubblici e aree verdi

Saranno invitati alcuni architetti, sociologi, paesaggisti a presentare progetti e a discutere delle nuove tendenze e necessita’.

Le date degli incontri saranno cadenzate i martedi’ con inizio dalle ore 19.00 e si svolgeranno nella sede dell’auditorium della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino di via Modane 16. Dalle ore 18.00 alle ore 20.00 sara’ possibile visitare gratuitamente la mostra d’arte contemporanea in corso al momento della conferenza.
Lo spazio caffetteria sara’ a disposizione per un aperitivo.

SHIGERU BAN – L’ARCHITETTO SI RACCONTA

– 10 novembre 2009 — ore 19.00
Shigeru Ban presenta la sua architettura.
Shigeru Ban, progettista che si afferma sulla scena internazionale come architetto innovatore e sperimentatore.
A progetti con strutture in tubi di cartone, ne seguono altri caratterizzati da una rigorosa ricerca tipologica. E’ attualmente impegnato nella realizzazione del nuovo Centro Pompidou a Metz.

Saluti di: Riccardo Bedrone presidente dell’Ordine degli Architetti di Torino.
Introdurranno i lavori di Ban: l’architetto Benedetto Camerana con l’architetto Lorena Alessio.

INGRESSO LIBERO fino ad esaurimento posti.

Immagine: Ban Shigeru