vegettiSabato 16 gennaio ci hanno lasciato due esponenti di spicco della fantascienza italiana e giapponese. Il primo e’ Enrico Vegetti (nato nel 1943) e il secondo e’ Shibano Takumi (nato nel 1926).

Ho avuto occasione di incontrare entrambi di persona una sola volta. Vegetti durante un incontro di presentazione di un’antologia a Brivido Caffe’ alcuni anni fa ad Alessandria. Successivamente, ci siamo talvolta scritti delle e-mail (soprattutto riguardo volumi e scrittori di SF giapponese) e devo dire che e’ sempre stato molto cortese.

takumishibanoCon Shibano Takumi ho parlato brevemente durante la Worldcon di Yokohama nel 2007. Doveva girare con una bombola di ossigeno a fianco, ma se ne e’ voluto staccare durante il discorso di apertura perche’ gli sembrava una scortesia verso gli ospiti tenerla a fianco. Una persona di una dignita’ notevole. Cio’ che mi aveva maggiormente impressionato era l’affetto di cui era circondato, che non era quello a volte eccessivo dei fans, ma piuttosto del genere rivolto verso un nonno cui si e’ molto affezionati.

Due gentlemen di altri tempi…