Il piu’ antico dogu mai rinvenuto!

Lascia un commento

DoantE’ di ieri la notizia della scoperta di quella che pare essere la piu’ antica statuina dogu mai rinvenuta in Giappone. Si tratta di un pezzo in buono stato dalle chiare fattezze femminili rinvenuto nelle rovine della citta’ di Aidani della prefettura di Shiga e risale a circa 13.000 anni fa, quindi al periodo iniziale dell’era Jomon. E’ alta 3.1 centimetri e larga nel punto massimo 2.7 centimetri. Il peso e’ di 14.6 grammi. Sulla sommita’ si trova un’apertura del diametro di 3 millimetri e delle profondita’ di 2 centimetri che lascia supporre servisse ad inserire un bastoncino collegato alla testa.
Nel sito della NHK e’ possibile vedere un video del manufatto.

Annunci

Bambole danzanti!

Lascia un commento

In un precedente post avevo parlato delle karakuri ningyo, automatismi sviluppati nel periodo Edo (1603-1868). E’ bello vedere come una tradizione non vada persa e si sviluppi in maniera interessante. Queste bambole danzanti sono dei veri e propri gioiellini! Let’s dance!!

FERRAGLIE SPAZIALI-THE ART OF GERMAN IMPACHE

Lascia un commento

Segnalo la presente iniziativa del Mu.fant.

******************************
taxi-skylineInaugurazione sabato 22 maggio 2010 ore 15,00
Spazio Mu.fant – MuseoLab del Fantastico e della Fantascienza
via Luini 195 Torino

Lo Spazio Mu.fant in veste rinnovata, curato da Silvia Casolari e Davide Monopoli, ospita – dal 22 maggio 2010 al 3 ottobre 2010 – la mostra-evento FERRAGLIE SPAZIALI, dedicata agli oltre 30 anni di attivita’ di GERMAN IMPACHE, artista del Fantastico e della Fantascienza. La mostra sara’ accompagnata da una rassegna di eventi: proiezioni, presentazioni letterarie, laboratori per ragazzi e adulti, letture, concerti.

GERMAN IMPACHE

L’artista – di origine argentina e torinese di adozione – che ha alle spalle innumerevoli eventi, fra i quali le recenti “Oddesign” e la Mostra Internazionale delle Arti Applicate, oltre alla personale “CAPITAN GERMAN” presso il MIAAO di Torino, approda al Mu.fant con una mostra monografica interamente dedicata al suo lungo percorso di ricerca artistica che trova nell’immaginario fantastico e fantascientifico un riferimento costante.
Le opere di German Impache – artista eclettico che spazia dai modelli, ai quadri, alla computer graphic, alle installazioni, alle scenografie e ambientazioni per grandi eventi, musei e teatri – sono portatrici di uno dei messaggi fondamentali della fantascienza: esistono infinite alternative possibili alla realta’ “presente” rintracciabili in altri luoghi, altri tempi, altre forme di vita.
La vasta immaginazione e la grande abilita’ di artigiano dei materiali, sono gli strumenti di una complessa opera di riciclaggio e trasformazione dei “nostri oggetti quotidiani” in testimonianze dell'”altrove”, del Fantastico. Il contenitore di plastica, l’ingranaggio meccanico, la piastra elettronica, il vecchio pc diventano mezzi spaziali, oggetti alieni, strumenti futuribili.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA INAUGURALE
. ore 15,30: visita guidata all’esposizione permanente, fra mad doctors, astronavi, robot e creature aliene, condotta da Silvia Casolari e Davide Monopoli, curatori del Mu.fant.
. ore 16,30: German Impache racconta al pubblico il suo percorso artistico.
. ore 17,00: Antonino Fazio, scrittore e responsabile Editrice Elara, presenta l’antologia fantascientifica “CyClone” e la raccolta di saggi, curata con Riccardo Valla, “L’incubo ha mille occhi” dedicata a Cornell Woolrich.
. dalle 17,00: Laboratori Fantastici. I partecipanti – ragazzi e adulti – saranno accompagnati nella realizzazione di modelli spaziali a partire da materiali di recupero.

Spazio Mu.fant, Via Luini 195, Torino.
Apertura: martedi’ e mercoledi’ ore 16,30 – 18,30, sabato e domenica su prenotazione.
Ingresso tessera Mu.fant: 2 euro.
tel. 349 8171960, 347 5405096, 01119702033.
associazioneimmagina@gmail.com
skype associazione.immagina
Facebook Mufant Casolari Monopoli

Asta di beneficenza delle opere di illustratori e fumettisti del Torino Comics 2010

Lascia un commento

Opera ParrilloDurante l’ultimo Torino Comics si e’ tenuta un’asta di beneficenza delle opere degli artisti ospiti (Lucio Parrillo, Simone Bianchi, Massimiliano Frezzato, Scott McCloud, Ryo Kanai, Marco Bianchini, Patrizio Evangelisti, Matteo Scalera e Joseph Vig). Visto il successo dell’iniziativa, si e’ pensato di proseguire l’asta anche via internet.
I fondi raccolti saranno devoluti in favore di un orfanotrofio per bambini di strada di Bali. La lodevole iniziativa si deve all’organizzazione dell’evento torinese e proprio all’illustratore Lucio Parrillo (promotore del progetto dell’asta e che nell’orfanotrofio ha svolto attivita’ di volontariato).
Il primo lotto di opere restera’ all’asta fino al 31 di maggio (per partecipare selezionate qui). Per chi fosse interessato, si tratta davvero di una buona occasione per acquistare delle opere di noti artisti del fumetto e dell’illustrazione e al contempo di fare un gesto meritevole.

Immagine: opera realizzata da Lucio Parrillo e venduta all’asta benefica nel corso del Torino Comics.