La proliferazione degli archi

2 commenti

Ko no zoushoku

Quasi in contemporanea con l’uscita del volume Kuturu shinwa zensho, traduzione in giapponese di Lovecraft: A Look Behind the Cthulhu Mythos di Lin Carter presentato in un mio post recente e che ha visto anche la partecipazione dell’italiano Andrea Bonazzi, esce domani per la casa editrice Enterbrain il nuovo romanzo dello scrittore Asamatsu Ken di ispirazione lovecraftiana, Ko no Zoshoku (La proliferazione degli archi).
Una pietra gigantesca che reca traccia delle tradizioni di una remota antichita’ e una torre per le trasmissioni che e’ un mega server d’avanguardia, strane leggende urbane…. Con un suono che ricorda quello delle campane di un tempio buddista il mega server apre le porte che conducono ad un’altra dimensione!

Asamatsu Ken e’ oggi uno dei piu’ apprezzati continuatori non anglofoni della tradizione dei Miti di Cthulhu del gentiluomo di Providence e il suo lavoro sta riscontrando un sempre maggiore successo negli stessi USA, da dove sta ricevendo varie richieste di racconti inediti per antologie compilate da nomi noti della letteratura horror americana.
Un peccato che i suoi romanzi non siano ancora stati pubblicati in Italia.
Ko no Zoshoku e’ un elegante volume hard cover di 326 pagine.

Immagine: copertina del romanzo Ko no Zoshoku, Asamatsu Ken, Enterbrain.

La mostra “Dall’ukiyo-e all’illustrazione contemporanea” di Torino presentata sulla rivista giapponese Ukiyo-e geijutsu

3 commenti

Ukiyo-e Art 160Sul numero 160, 20 luglio 2010, di Ukiyo-e geijutsu/Ukiyo-e Art (浮世絵芸術) della rivista edita dalla prestigiosa associazione giapponese International Ukiyo-e Society (国際浮世絵学会) e’ uscito un saggio (pagg. 61-64) a cura della dottoressa Fujisawa Murasaki sulla mostra d’arte di Torino Dall’ukiyo-e all’illustrazione contemporanea: la grande grafica giapponese e sul convegno Tra arte e letteratura, tra Italia e Giappone tenutosi all’Accademia Albertina. Inoltre sono anche menzionate la mostra Emakimono, immagini dalla narrativa classica giapponese presentata dall’associazione Porti di Magnin a Mondovi’, la conferenza e l’esame delle xilografie del MAO (Museo d’arte Orientale di Torino), le quali si legavano ai suddetti eventi.

Un’altra buona notizia. La pubblicazione in rivista degli atti del convegno, da molti richiesta, Tra arte e letteratura, tra Italia e Giappone che includera’ numerosi saggi relativi alle conferenze dei vari partecipanti al convegno illustrati con immagini e che permettera’ anche a coloro i quali non hanno potuto presenziare agli incontri di avere un dettagliato resoconto sugli argomenti trattati, e’ quasi pronta. La data di uscita non e’ ancora stata stabilita in via definitiva, ma indicativamente gli atti dovrebbero essere editi per novembre-dicembre 2010 come supplemento letterario della rivista Porti di Magnin pubblicata dall’associazione culturale omonima. Ulteriori informazioni in seguito.

Foglie multicolori su Da Vinci

Lascia un commento

DaVinSul numero di maggio della rivista giapponese Da Vinci uscito il 6 aprile, a pag. 35 nella sezione delle novita’, e’ stato pubblicato un articolo di presentazione dell’antologia Foglie multicolori dal Sol Levante. Un risultato decisamente notevole (e’ come se in una rivista patinata italiana fosse stato presentato un libro scritto in giapponese!).
Da Vinci e’ la piu’ importante e diffusa rivista in Giappone che tratta le novita’ librarie e i prodotti multimediali. Per capirlo basta solo considerare come su ogni copertina ci sia un personaggio di successo e che al suo interno@ogni numero presenti delle fotografie di Araki. Ad esempio, la copertina del numero di maggio e’ dedicata all’attrice Inoue Mao.

E’ stato inoltre recentemente creato un apposito sito per il volume Japan in Five Ancient Chinese Chronicles-Wo, the Land of Yamatai, and Queen Himiko.

Il paese di Yamatai e la regina Himiko

10 commenti

Japan in five Ancient Chinese ChroniclesE’ stata lunga, molto lunga. Tanto che in questi anni ho imparato ad apprezzare la paziente Penelope piuttosto che quel filibustiere di Ulisse che gironzolava tranquillo e beato per l’Egeo e in altri luoghi ameni…
Questi otto lunghi anni anni hanno visto crescere la “leggenda” del librone (come tutti hanno preso affettuosamente a chiamarlo tra i miei conoscenti) fino a farlo diventare quasi una chimera o un sogno utopistico. Bastava infatti pronunciare la parola “librone” per generare un giro di scommesse sulla data di uscita che neanche gli inglesi… Avreste poi visto scorci di autentica follia tipo il mio amico Davide e il sottoscritto favoleggiare la costruzione di un kofun in Piazza d’Armi (cosa che immagino sarebbe assai poco gradita al comune di Torino…) mentre discutevamo sui progressi del volume davanti a qualche boccale di birra.
Alla fine pero’ e’ uscito! Japan in Five Ancient Chinese Chronicles: Wo, the Land of Yamatai, and Queen Himiko e’ reale ed e’ qui tra le mie mani! Devo dire che l’edizione della Kurodahan Press distribuita sia in USA che in Giappone e’ davvero molto curata. Ottima la traduzione di Davide (credo di averlo quasi portato sull’orlo della pazzia con le mie continue aggiunte! Sumimasen!!).
Devo ringraziare davvero molte persone, tra cui Edward Lipsett della Kurodahan Press che ha creduto fin da subito in questo progetto. Sarebbe impossibile elencarle tutte qui. Con progetti di questo tipo si impara (o si rammenta) che l’editoria e’ fatta di diverse figure professionali oltre l’autore il cui lavoro contribuisce a realizzare un prodotto finito di qualita’.

Bene, qualcuno si ricordera’ immagino il vecchio disegno animato di Jeeg il robot d’acciaio. La regina che vi compare e’ basata su di un personaggio citato nelle prime cronache cinesi che parlano del Giappone (e che, per inciso, sono le prime opere storiche che ci danno informazioni sul paese del Sol Levante). Japan in Five Ancient Chinese Chronicles: Wo, the Land of Yamatai, and Queen Himiko presenta quindi la traduzione di queste cronache storiche cinesi che descrivono l’arcipelago giapponese corredate di un abbondante apparato di note per la comprensione testi.

For the first time in English, this work presents a comparative study of the content of famous Chinese historical texts that are fundamental in the knowledge of Japanfs ancient history. Soumaré translates documents from the Chronicle of the Wei to the History of the Song, thus providing an unparalleled resource for scholars, students, and general readers with an interest in Japanese history and culture.
The book serves as a guide for scholars in the field, providing information on date of first publication, content, and authors of the different histories, with the original text accompanied by translations and explanatory notes. Reprints and related academic publications are covered in an extensive multilingual bibliography, making this an essential textbook for any student of ancient Japan, and a key reference work for investigations into the spread and influence of Chinese culture.

Il volume e’ in vendita sia su Amazon.com che su Amazon Japan, Amazon UK e Amazon.de.
E, no, per ora non e’ in programma l’uscita di un edizione italiana. O meglio, esiste, ma si tratta di un inedito. Certo se ci fosse un editore interessato… Be’, perche’ no.

先日、『Japan in Five Ancient Chinese Chronicles: Wo, the Land of Yamatai, and Queen Himiko』(『中国の歴史書に見る日本―倭国、邪馬台国、卑弥呼』)がいよいよ出ました。

執筆を始めて8年間経ちました……確かに思っていたより時間が遥かに必要になりました。日本では、魏志倭人伝や卑弥呼に関わる 優れた本は確かにとても多いが、西洋では珍しく、この本でいろいろなものを纏めて紹介してみて西洋の、古代日本・アジアに興味がある方、学生、研究者に少 しでも役立てるととても嬉しいです。つまり、ガイドブックだとも言える書籍でしょうね。
やっと、本は私の手の中にあり、プリントもレイアウトも、全て本当に良く出来ました。流石の黒田藩プレス!
黒田藩プレスのリプセットさんと翻訳家のマーナさんはともかく感謝しなければならない人はたくさんいます……だから、 これからも頑張ります!

Tradotto e pubblicato in Cina!

18 commenti

SFW82009E dopo il Giappone, un mio racconto oggi e’ stato pubblicato anche in Cina sulle pagine della prestigiosa pubblicazione SF World Translations (科幻世界·译文版), a pag. 136, n.8, 2009! Per chi non conoscesse questa rivista, basta dire che SF World (科幻世界) e’ il piu’ importante magazine di fantascienza cinese e, forse, la rivista di letteratura fantastica piu’ letta al mondo (con oltre un milione di lettori a numero!!). Il racconto tradotto con il titolo di 地狱隧道 (traduzione di Fang Ling Sheng 方陵生) originariamente e’ stato pubblicato in Fata Morgana9 Eta’, tempo, passaggi, oblio edito dalla CS_libri con il nome di Tunnel nel 2005. Il mio nome in cinese e’ 马西莫 苏马雷. Nello stesso numero sono pubblicati i racconti di Piers Anthony, Jeffrey Ford, Matthew Hughes, Clifford D. Simak, Robert Bloch e Kitano Yusaku.  Che non mi sembra poco…
Ammetto di essere molto contento e spero che questa occasione consenta in futuro di presentare in Cina tanti bravi autori italiani di letteratura fantastica.

SFW820092My story Tunnel originally published in Italy in 2005 in the mainstream and fantastic literature anthology Fata Morgana9 Eta’, tempo, passaggi, oblio of CS_libri was published today in the Chinese magazine SF World Translations (科幻世界·译文版), in page 136, n.8, 2009 . SF World (科幻世界) is the most important fantastic literature magazine of China. The title in Chinese of my short novel is 地狱隧道 (translation by Fang Ling Sheng 方陵生)and my name in Chinese is 马西莫 苏马雷. In the same number, there are stories by Piers Anthony, Jeffrey Ford, Matthew Hughes, Clifford D. Simak, Robert Bloch and Kitano Yusaku.
I’m really happy and is an honor to be on the pages of SF World.

今日出た中国一のSF誌「科幻世界」(SF World)に私の短編も掲載されました!タイトルは「地狱隧道」(翻訳者は方陵生氏)で、中国語の私の名前は马西莫 苏马雷ですね。詳しく言えば、 雑誌のタイトルは「科幻世界·译文版」8号2009年で、 同誌に、ピアズ・アンソニイ氏、クリフォード・ドナルド・シマック氏、ロバート・ブロック氏、北野勇作氏などの短編も収録されています。もともと2005年に「Tunnel」(「トンネル」)と言うタイトルでCS_libri出版社の純文学・エンターテインメントのアンソロジー『Fata Morgana9 Eta’, tempo, passaggi, oblio』に掲載された作品です。
とても嬉しいですよ~!!

Akutagawa e il comitato di protesta

4 commenti

LN-49E’ appena uscito il numero 49 della rivista letteraria LN-LibriNuovi edita dalla CS_libri di Torino. Ecco il sommario:

Contenuti e Contenitori

5 – Sentinella: A tu per tu con Dio

9 – Luna storta: Movimenti tra editori

11 – CS_libri: nonostante tutto

Il Golem

13 – Cultura e coscienza

18 – Per vie traverse

Interzona

22 – Per un manuale del narcos: incontro con Luca Rastello

27 – Barack Obama come autore: i sogni di mio padre / sulla razza

31 – Libri da tasca

33 – Anestesia da supermercato

35 – L’imbecille verita’ delle morte

In un’ aria diversa

37 – L’infinita rabbia dei nuovi indiani

39 – Il carro di fuoco dei dannati

Il Magazzino dei Mondi

41 – Tutti dobbiamo morire. Ma quando?

48 – Un paio di mesi d’inverno

56 – Recensire in coppia

60 – Nulla o quasi davanti a Dio

62 – Knock-out a Knockemstiff

63 – Tolstoi in Piemonte

64 – Niente fumo

66 – La lingua inghiotte tutto

67 – Romanzo da compagnia

68 – Le sette vite di Charles

70 – Giocare di stile

71 – Il romanzo terminale

72 – Letture controvoglia

75 – Napoli nobilissima.

Le divergenti vie del Teatro Napoletano – 2.

86 – Il Sigillo grigio, Cucina turca a Francoforte

87 – Vero noir nel 2008

88 – L’ultima musica

89 – Global Thriller

90 – Pinguini e tacchini

92 – Inganni, segreti e la nascita del poliziesco

TerraNova

94 – Per una storia naturale della narrativa fantastica 38.

Cartoline dalla frontiera? la popular cyberculture

110 – Un te con Thomas Hardy (per tacer di Jess Franco)

121 – Un viaggio verso il surreale

125 – La fine della trilogia

Una frase, un rigo appena

127 – Akutagawa e il comitato di protesta di Massimo Soumare’

Ebbene si’, dopo il racconto con Sei Shonagon edito su Fata Morgana 12, il protagonista del mio racconto, come intuibile dal titolo, e’ un altro grande esponente della letteratura nipponica, lo scrittore giapponese Akutagawa Ryunosuke.
Riporto qui parte del commento di Massimo Citi che precede la storia e che ho molto apprezzato: “Il piccolo <scherzo> in forma narrativa di Massimo ha anche il pregio – non piccolo – di suscitare interesse e curriosita’ per la produzione del grande scrittore giapponese. Da leggere e magari da annotare…”

Lo spero veramente!

昨日、文学雑誌「LN-LibriNuovi」49号が発刊されて、「Akutagawa e il movimento di protesta」 (「芥川と抗議運動」)短編が載りました!
シュールな、ちょっと可笑しな話で、芥川の作品に出た主人公たちは、もし短編の自分の役目について不満があって作家に文句を言っていたらとの設定だ……。まあ、芥川へのオマージュですね。

Mostra di MoMa KoN a Tokyo

2 commenti

ApmenMoMa KoN (nome d’arte di Alessandro Bioletti) e’ un illustratore e creativo italiano che divide la sua attivita’ tra Italia e Giappone. Ecco che quindi lo vediamo presentare suoi lavori nella mostra apARTment che si terra’ al The Artcomplex Center of Tokyo tra il 3 e l’8 marzo 2009 nella capitale giapponese. Qui nel suo sito ufficiale potete vedere alcune sue opere.
MoMa KoN ha anche collaborato al progetto dell’antologia internazionale di letteratura fantastica ALIA realizzando alcune illustrazioni.

Se vi trovate da quelle parti nel periodo della mostra, l’indirizzo e’ il seguente:

The Artcomplex Center of Tokyo
12-9, Daikyo-cho, Shinjuku-ku Tokyo
tel/fax: 03-3341-3253

Ad ogni modo, MoMa Kon fa spesso mostre ed esibizioni anche in Italia, quindi le occasioni per vedere i suoi disegni anche da noi non mancheranno…

MoMa KoNことAlessandro Biolettiさんはイタリアの若いイラストレーターで、彼の絵は国際幻想文学アンソロジーシリーズ『ALIA』にも載っています。
今回、3月3日から8日までThe Artcomplex Center of Tokyoにおける「apARTment」という展覧会に参加します。

3/3(火)~3/8(日)
於:「The Art complex Center of Tokyo」
11:00~20:00(最終日は18:00)

ここで、彼のアートがちょっと見られますし。

Fata Morgana 12, le porte della letteratura

13 commenti

Fata Morgana-12E’ appena uscita l’antologia Fata Morgana 12-Porte passaggi varchi barriere dell’editore CS_libri disponibile anche su IBS.it. Diciassette racconti a cavallo tra la letteratura mainstream e quella d’intrattenimento.

Porte… Porte miracolose, porte dannate, introduzione di Silvia Treves

Karla di Cettina Calabro’

Dialogo all’uscita del Nodo di Paolo Cavazza

Polaroid di Massimo Citi

La Grande Muraglia di Han Song (traduzione dal cinese di Federico Madaro)

Lo scrigno di Penelope di Agnieszka Kuciak (traduzione dal polacco di Alessandro Ajres)

Regina di Consolata Lanza

<Loro> di Fabio Lastrucci

Porte di Patrizia Maiocco

Troppo dannatamente a Sud di Davide Mana

Il cancello di Adolfo Marciano

Il gioco delle tre porte di Mirella Nicola

Passaggi di Francesca Ortenzio

Ultimo, h. 19.45 di Andrea Rossi

Il sogno di dama Sei Shonagon di Massimo Soumare’

In superficie resta sempre un po’ di neve di Silvia Treves

Di cosa hai paura? di Marilde Trinchero

Un chiodo di Alberto Vanolo

Del mio racconto, Il sogno di dama Sei Shonagon, avevo parlato precedentemente qui.
L’edizione di quest’anno vede la partecipazione anche della poetessa e scrittrice polacca Agnieszka Kuciak e di Han Song, uno dei maggiori scrittori di fantascienza cinesi contemporanei.

昨日、エンターテインメント文学・純文学の『Fata Morgana 12』アンソロジーがいよいよ出て、「Il sogno di dama Sei Shonagon」(「清少納言の夢」)と言う私の短編も掲載されました。 同アンソロジーに、15人のイタリア人の作家の短編の他、ポランドの作家・詩人であるAgnieszka Kuciakさんと中国のSF作家である韓松さんのご作品も載っています!

Il poeta Tachihara Michizo sulla rivista Semicerchio

3 commenti

Semicerchio XXXVIIIE’ appena uscito il numero XXXVIII (2009) Canoni assenti – Absent Canons di Semicerchio, rivista di poesia comparata, il quale include anche la mia traduzione della raccolta giovanile Domenica (『日曜日』, 1933) composta di undici poesie di Tachihara Michizo (1914-1939), uno dei maggiori poeti moderni giapponesi. Con testo originale a fronte.

La raccolta va quindi a completare il panorama del lavoro di Tachihara andando ad innestarsi con le tre raccolte integrali incluse nel volume Come vena d’acqua (anch’esso con testo a fronte) edito da Edizioni Empiria nel 2004 e che contiene inoltre una raccolta di componimenti di Nakahara Chuya (1907-1937), altro grande poeta moderno.

come vena dacquaPer la precisione, si tratta dei seguenti lavori:
I poemi della capra (『山羊の歌』) di Nakahara e Avvicinandosi alle emerocallidi (『萱草に寄す』), Poesie dell’aurora e della sera (『暁と夕の詩』), Poesie cortesi (『優しき歌』) di Tachihara.

La poesia giapponese non si limitata solo alle forme del tanka e dell’haiku

発刊されたところの「Semicerchio」XXXVIII号に、イタリア語に訳した立原道造の詩集『日曜日』(1933年)がいよいよ掲載されました。そして、なんと二ヶ国語!
「Semicerchio」とは、こちらの詩の世界なら、イタリア一の雑誌だと言っても過言ではありませんね。

さらに、『Come vena d’acqua』はこのです。

INCURSIONI IN TERRITORIO ALIENO sul Komatsu Sakyo Magazine

2 commenti

komatsusm32Esce oggi in Giappone il trentaduesimo volume della rivista Komatsu Sakyo Magazine pubblicata dalla IO Corporation e distribuita dalla Kadokawa Haruki Corporation. Include, tra i vari articoli, anche la traduzione in giapponese della recensione Incursioni in territorio alieno di Alessandro G. De Mitri relativa al volume ALIA Sol Levante originariamente edita nel supplemento culturale ALIAS del quotidiano Il Manifesto.

Alessandro G. De Mitri e nato nel 1965 (Showa 40, anno del serpente) a Monfalcone, cittadina industriale sul mare nel nord-est d’Italia. Ha svolto per molti anni attivita di volontariato in campo sociale e culturale, organizzando concerti e manifestazioni. E’ poeta dilettante e ha suonato per anni la batteria nel gruppo rock Water Echoes (un brano nella compilation Ritmi Urbani, 1988). Si interessa di musica rock e jazz, di cinema, letteratura, e culture orientali, con particolare dedizione a quanto riguardi il Giappone. Ha pubblicato articoli sull’erotismo nella cultura giapponese, su Edogawa Ranpo, sul Pink Eiga, sulla letteratura femminile giapponese contemporanea. Ha tradotto dall’inglese all’italiano un volume di interviste tra William S. Burroughs e musicisti rock (Rock’n’Roll Virus, Coniglio, 2008 ) curato da Matteo Boscarol; attualmente sta lavorando alla traduzione di un lavoro di un autore giapponese internazionalmente noto  e ad una monografia sul gruppo rock dei Television.

小松左京マガジン』32巻にアレッサンドロ・デ・ミトリ氏 の書いた、『ALIA Sol Levante』 に関わる評論が掲載されました。もともとイタリアの名が知れた新聞「IlManifesto」の文化特集「ALIAS」に 載ったもので、私は、それを日本語に訳しました。

Published my Japanese translation of the critic text about ALIA Sol Levante Incursioni in territorio alieno by Alessandro G. De Mitri originally published in the cultural feature ALIAS of the Italian prestigious newspaper Il Manifesto.

Il giorno in cui la fantascienza ed il fantasy mondiali sono andati in Giappone!

3 commenti

SFJE’ uscito oggi il volume Sekai no SF ga yatte kita !! Nipponkon fairu 2007 (E’ arrivata la fantascienza mondiale! Nippon convention file 2007). Curato da Komatsu Sakyo, compilato dalla SFWJ (L’associazione degli scrittori di fantascienza e di fantasy del Giappone) e pubblicato dalla Kadokawa Haruki Jimusho, il volume raccoglie informazioni su tutti (circa un centinaio) gli eventi organizzati direttamente dalla SFWJ durante Nippon 2007 (il totale superava i quattrocento, ma i rimanenti erano curati da altre associazioni), la prima Worldcon avvenuta in Asia. Fortemente voluto per tramandare alle generazioni future quello che viene ritenuto un punto importante di svolta per questo genere letterario (ovvero aver messo in evidenza come i tradizionali confini che vedevano il predominio dei paesi di lingua inglese si stiano fortemente allargati vedendo venire alla ribalta’ realta’ estremamente dinamiche, interessanti e competitive come appunto quella giapponese, quella russa o quella cinese), e’ riccamente corredato di fotografie, raccoglie inoltre saggi di vari autori in cui si riflette ulteriormente sul passato, il presente ed il futuro della fantascienza e del fantasy internazionale.
Tra questi ci sono pure due miei scritti rispettivamente sulla letteratura fantastica e orrorifica e sullo stato della traduzione in Europa ed in Giappone (che erano anche i temi dei due panel cui sono stato invitato a partecipare; ne ho pubblicato un resoconto dettagliato su LibriNuovi 45).
Insomma, un libro a mio parere estremamente interessante per molte ragioni.

今日、『世界のSFがやって来た!! ニッポンコン・ファイル2007』がいよいよ出ました!
小松左京
監修、日本SF作家クラブ編、角川春樹事務所発行で、本当に面白い本だと思います。
自分のエッセイも二つ載せていただきましたが、一つは、幻想と怪奇についてで、もう一つは
日欧翻訳事情に関んすることです。 つまり、アジア初のSF大会であったNippon 2007にあった、
参加した二つのパネルのテーマですよ。
是非よろしくね。 m(_ _)m

Sakuraba Kazuki – Fanciulle e fiere narranti

5 commenti

E’ uscito ieri 30 luglio il volume Sakuraba Kazuki – Monogataru shojo to yaju – edito dalla Kadokawa Shoten che raccoglie un racconto inedito della scrittrice piu’ alcune sue SKopere mai pubblicate in volume ma solo in riviste, un’intervista con Shigematsu Kiyoshi (1963-), una serie di domande da parte di esponenti della cultura giapponese contemporanea, articoli dei suoi editor eccetera.
Per quel che mi concerne, devo ammettere che mi fa molto piacere (e sono ovviamente onorato) di essere incluso tra le undici persone che hanno posto 100 domande all”autrice. Gli altri sono Kanehara Mizuto (1954-, traduttore, critico letterario e professore alla Hosei University; e’ anche il padre della scrittrice Kanehara Hitomi), Kitamura Kaoru (1949-, romanziere e scrittore di gialli), Kakuta Mitsuyo (1967-), Makime Manabu (1976-), Ayatsuji Yukito (1960-, giallista, sua moglie e’ la scrittrice Ono Fuyumi), Suzuki Seiichi (1962-, noto book designer), Takano Kazuaki (1964-, romanziere e sceneggiatore), Sakaki Tsukasa (1969-, scrittore), Michio Shusuke (1975-, giallista) e Sugie Matsukoi (1968, scrittore e critico letterario).

Sakuraba Kazuki (1971-) agli inizi del 2008 si e’ aggiudicata la 138° edizione del prestigioso Premio Naoki con il volume Watashi no otoko (il mio uomo). Precedentemente, nel 2007, aveva già vinto la 60° edizione del Premio dell’associazione degli scrittori di mystery giapponesi.

7月30日に、『桜庭一樹~物語る少女と野獣~』角川書店と言う本は出版され、桜庭氏への質問
の特集コーナーもあります。その中、私もちょこっと出ることですね。

読書界より桜庭一樹へ「100の質問
金原瑞人/北村薫/角田光代/万城目学/綾辻行人/鈴木成一
高野和明/坂木司/マッシモ・スマレ/道尾秀介/杉江松恋

よろしくお願いいたします~!

Older Entries