I guardiani dello spirito, fantasy dall’Oriente

Lascia un commento

Mor 1Il fantasy internazionale, con buona pace di chi si ostina a credere che il genere si limiti solo ad elfi, nani e affini, e’ ormai molto piu’ ricco di creature appartenenti al folclore di diversi paesi di quanto normalmente si pensi. Lo si capisce chiaramente leggendo Moribito, il guardiano dello spirito di Uehashi Naohoko.
Su questo punto ho parlato piu’ diffusamente anche in una delle Interviste starnuto di Viv’arte e nella recensione al volume apparsa nel numero 50 della rivista LN-LibriNuovi ora liberamente leggibile in rete.
L’uscita italiana del primo romanzo della serie e’ stata assai meno pubblicizzata di quanto avrebbe dovuto dato che si tratta di un libro decisamente innovativo per il nostro mercato editoriale. Indubbiamente e’ un tipo di fantasy parecchio differente da quello cui siamo abituati, ma capace di dare grandi soddisfazioni ad un lettore dalla mente vivace…

Immagine: copertina di Moribito, il guardiano dello spirito (Seirei no moribito) nell’edizione giapponese della Kaiseisha.

Akutagawa e il comitato di protesta

4 commenti

LN-49E’ appena uscito il numero 49 della rivista letteraria LN-LibriNuovi edita dalla CS_libri di Torino. Ecco il sommario:

Contenuti e Contenitori

5 – Sentinella: A tu per tu con Dio

9 – Luna storta: Movimenti tra editori

11 – CS_libri: nonostante tutto

Il Golem

13 – Cultura e coscienza

18 – Per vie traverse

Interzona

22 – Per un manuale del narcos: incontro con Luca Rastello

27 – Barack Obama come autore: i sogni di mio padre / sulla razza

31 – Libri da tasca

33 – Anestesia da supermercato

35 – L’imbecille verita’ delle morte

In un’ aria diversa

37 – L’infinita rabbia dei nuovi indiani

39 – Il carro di fuoco dei dannati

Il Magazzino dei Mondi

41 – Tutti dobbiamo morire. Ma quando?

48 – Un paio di mesi d’inverno

56 – Recensire in coppia

60 – Nulla o quasi davanti a Dio

62 – Knock-out a Knockemstiff

63 – Tolstoi in Piemonte

64 – Niente fumo

66 – La lingua inghiotte tutto

67 – Romanzo da compagnia

68 – Le sette vite di Charles

70 – Giocare di stile

71 – Il romanzo terminale

72 – Letture controvoglia

75 – Napoli nobilissima.

Le divergenti vie del Teatro Napoletano – 2.

86 – Il Sigillo grigio, Cucina turca a Francoforte

87 – Vero noir nel 2008

88 – L’ultima musica

89 – Global Thriller

90 – Pinguini e tacchini

92 – Inganni, segreti e la nascita del poliziesco

TerraNova

94 – Per una storia naturale della narrativa fantastica 38.

Cartoline dalla frontiera? la popular cyberculture

110 – Un te con Thomas Hardy (per tacer di Jess Franco)

121 – Un viaggio verso il surreale

125 – La fine della trilogia

Una frase, un rigo appena

127 – Akutagawa e il comitato di protesta di Massimo Soumare’

Ebbene si’, dopo il racconto con Sei Shonagon edito su Fata Morgana 12, il protagonista del mio racconto, come intuibile dal titolo, e’ un altro grande esponente della letteratura nipponica, lo scrittore giapponese Akutagawa Ryunosuke.
Riporto qui parte del commento di Massimo Citi che precede la storia e che ho molto apprezzato: “Il piccolo <scherzo> in forma narrativa di Massimo ha anche il pregio – non piccolo – di suscitare interesse e curriosita’ per la produzione del grande scrittore giapponese. Da leggere e magari da annotare…”

Lo spero veramente!

昨日、文学雑誌「LN-LibriNuovi」49号が発刊されて、「Akutagawa e il movimento di protesta」 (「芥川と抗議運動」)短編が載りました!
シュールな、ちょっと可笑しな話で、芥川の作品に出た主人公たちは、もし短編の自分の役目について不満があって作家に文句を言っていたらとの設定だ……。まあ、芥川へのオマージュですね。

Fetish Japan!

6 commenti

AgaLa rivista di studi culturali e di estetica Agalma legata alla Cattedra di Estetica
Dipartimento di Ricerche Filosofiche
Università di Roma “Tor Vergata”, ha dedicato il suo sedicesimo numero al tema del fetish.
Tra i numerosi articoli relativi all’argomento e redatti da personaggi di spicco, si segnala quello di Matteo Boscarol intitolato Fetish Japan che getta uno sguardo diverso dal consueto (e da quello che ci aspetteremmo) sull’argomento.
Mi fa poi molto piacere che Matteo abbia ampiamente citato la serie di articoli TMF-Tokyo Mondo Fetish di Guillo Kaligali (no, non e’ un mio pseudonimo come “alcuni” hanno sostenuto, ma si tratta di un critico giapponese della cultura underground nipponica; un suo racconto, La ragazza dal cellulare esplosivo, e’ anche stato pubblicato in Fata Morgana 7) da me tradotti e scritti appositamente per la rivista LN-LibriNuovi. Sono stati editi a puntate a partire dall’autunno 2003 fino all’inverno 2004 nei numeri 27, 28, 29, 30, 31 e 32 della medesima rivista.

Ultima pubblicazione del 2008

Lascia un commento

LN48E’ appena uscito qualche giorno fa il numero 48 della rivista torinese LN-LibriNuovi con il saggio Premi letterari giapponesi, mio ultimo scritto pubblicato nel 2008. Rileggendolo, mi e’ venuta un’idea per un racconto… Uhm, il nuovo anno promette bene.

Della rivista annuale Mandala edita dalla Kodansha avevo parlato una volta nel mio vecchio blog (ora scomparso dalla rete…). Dopo il primo volume pubblicato a marzo del 2007, lo stesso mese del 2008 e’ uscito il secondo numero. Rivista atipica nel panorama editoriale giapponese, presenta i lavori di fumettisti del Sol Levante a fianco di quelli di autori di vari paesi (insomma, una specie di ALIA nel settore del fumetto!!). E fa piacere vedere anche diversi nomi di autori italiani. Nel secondo Man2numero sono infatti nuovamente presenti Giuseppe Palumbo e Giuseppe De Luca, segno che le loro opere sono state gradite dai lettori nipponici. In marzo 2009 dovrebbe quindi uscire il terzo numero…

Sul sito di MTV italia, a partire dal 16 dicembre e’ possibile vedere in streaming gli episodi di Eve no jikan dello Studio Rikka. Un’interessante alternativa alla noia di questi giorni di festa!

Immagini: copertina di LN n.48 pubblicata dalla CS_libri e di Mandala n.2 edita dalla Kodansha.

E-book nel Sol Levante

2 commenti

Per motivi decisamente seri il numero 47 della rivista letteraria LN-LibriNuovi e’ uscito con un mese di ritardo rispetto alla data solita.
LN47Pubblicazione sempre ricca di spunti validi, questa volta ho contribuito con un articolo sull’e-book in Giappone e in Oriente dal poco impegnativo titolo di Prosperita’ e decadenza dell’e-book/E-lettura nel paese del Sol Levante (pagg. 66-71)… Tema ormai frequentemente discusso sia sulla rete che sul cartaceo in maniera piu’ o meno intelligente, e’ comunque quasi sempre limitato ad un’analisi della situazione americana senza prendere in considerazione le evoluzioni che si vedono nelle aree asiatiche dove visto il grande numero di persone e la diffusione dell’alfabetismo e della carta stampata si trovano oggi concentrati almeno un terzo dei lettori di tutto il pianeta. Un’aggiunta, se volete, agli stimolanti scritti del mio amico Davide Mana sull’argomento pubblicazioni digitali.

E a proposito di Davide, per chi e’ interessato ad una conoscenza non solo superficiale della letteratura fantastica varrebbe davvero la pena leggersi tutta la sua serie di articoli che va sotto il nome di Per una storia naturale della narrativa fantastica originariamente iniziata da Melania Gatto e pubblicata sulla medesima rivista da diversi anni. Cattiva, irriverente, acuta e notevolmente profonda, probabilmente puo’ essere considerata allo stesso tempo una delle migliori guide alla scrittura della narrativa fantastica prodotte in Italia capace di fornire nomi di autori di riferimento e di evitare agli esordienti di incappare negli errori tipici. Non un manuale di scrittura, ma molto di piu’!

Nel numero 47, mi e’ inoltre piaciuto molto l’articolo di Franco Pezzini In quel vetro, piu’ o meno appannato/ Albion I (pagg.122-128), cronaca di viaggio dell’autore a Glastonbury. Davvero notevole.

E’ edito anche il racconto di Piero Fabbri Freud e lo scarabeo.

Strange Tales in Napoli e Kumi Saori

10 commenti

Riporto qui un’iniziativa molto interessante avviata a Napoli (a riprova che la citta’ partenopea e’ anche un luogo con una grande tradizione letteraria dove si fa cultura) da Fabio Lastrucci e Ramiro dell’Erba. Lodevole soprattutto lo sforzo per cercare di interessare le nuove generazioni e far crescere gli autori di domani. Insomma, se siete in zona andate ad ascoltare le letture.

*************************
COMUNICATO STAMPA “STRANGE TALES” 2008

StrtalRitorna a Napoli “Strange Tales“, terza lettura rivolta a tutti gli appassionati di letteratura fantastica, presentata dall’Associazione culturale “Viv’arte“.

La manifestazione si terra’ Sabato 25 Ottobre 2008, alle ore 10.45 presso il Teatro del Convitto Nazionale “V. Emanuele II”, Piazza Dante 41, con la proposta di una nuova scelta di autori contemporanei interpretati dalle voci narranti di Fabio Cocifoglia, Massimiliano Foa’ e Simona Volpe.

Il fascino dei vecchi racconti radiofonici e delle riviste popolari di un tempo, cosi’ cariche di “senso del meraviglioso”, sono il motivo fondante di “Strange Tales”, il reading che (come suggerisce il titolo) attinge da un particolare ambito letterario a cavallo tra i molti generi del fantastico.

Gli scrittori dell’edizione 2008 rappresentano un eccellente esempio di questa narrativa definita da critici anglosassoni “New Weird”, un filone che trova in Italia radici illustri nel solco di autori come Buzzati, Calvino, Landolfi e nel nostro ricco patrimonio favolistico. L’autrice nipponica Kumi Saori (con la traduzione di Massimo Soumare’ ), spieghera’ sugli stampati dell’Associazione lo spirito del fantasy con un contributo critico scritto per l’iniziativa, soffermandosi a raccontare lo “stato dell’arte” del fantastico in Giappone.

L’incontro si aprira’ con un racconto di viaggio del torinese Daniele Nadir, co-fondatore della rivista “Strane Storie” e autore del notevole romanzo “Lo stagno di fuoco”. Fara’ seguito un breve e brillante monologo di Giovanni Buzi, docente di lingua, cultura italiana e storia dell’arte in Bruxelles, autore di diversi saggi, romanzi e antologie, infine verra’ presentato un racconto a sfondo storico del piemontese Maurizio Cometto, apprezzato autore di romanzi e antologie, che presenziera’ la manifestazione incontrando il pubblico.

Questa terza edizione, che si avvale del patrocinio morale del Comune di Napoli II Municipalita’, propone inoltre la novita’ del primo concorso letterario per ragazzi (nato da un’istanza del Rettore Vincenzo Racioppi ). Un contesto rivolto agli allievi delle scuole secondarie di primo grado, in cui i giovanissimi partecipanti si confronteranno sviluppando le tracce fantascientifiche, fantasy ed horror ideate dai curatori Fabio Lastrucci e Ramiro Dell’Erba. La premiazione prevede la consegna dei diplomi di partecipazione ai primi tre classificati, piu’ la lettura del testo vincitore che sara’ premiato con sei libri della collana “Storie di Draghi, Maghi e Guerrieri” offerti per l’occasione dalla casa editrice Delos Books di Milano.

Gli interventi musicali sono di Antonio Crispino col supporto tecnico di Alessandro Bogno. L’organizzazione e` di Nadia De Pascale.

Si ringrazia l’Associazione culturale “In form of Art” per l’immagine del manifesto, opera di Marco Chiuchiarelli, mentre la grafica e` di Mauro Lastrucci per vectorialplaza.com.

Sabato 25 ottobre 2008 – ore 10.45
Teatro del Convitto Nazionale “Vittorio Emanuele II”
Piazza Dante 41 – Napoli

Per info e contatti:
Associazione culturale Viv’arte
c/o Atelier Lastrucci, Vico Montesanto 5 – 80135 Napoli
tel. 0815446388 – cell. 3478394359

e-mail: vivarte.associazione@libero.it
*************************

A questo punto, e’ opportuna spendere qualche altra parola su Kumi Saori (1959), autrice molto nota in Giappone nel panorama della letteratura fantastica e che si e’ subito dimostrata molto disponibile a sostenere l’operazione con un suo contributo.

Kumi Saori 1Nasce nella citta di Morioka della prefettura di Iwate. Dopo la scuola superiore s’iscrive alla Jochi daigaku (Sophia University) laureandosi nel corso di filosofia del dipartimento di lettere. Nel 1979 esordisce come scrittrice con il racconto Suiyobi no yume wa tottemo kireina akumu datta (Il sogno di mercoledi’ era un incubo molto bello) edito nella serie di volumi Shosetsu junia (Romanzi junior) della casa editrice Shueisha che piu tardi diverra la famosa collana di letteratura per ragazze Cobalt. Nel 1981 esce il suo primo romanzo, Yado nashi Miu (Miu senza dimora). Diviene una delle scrittrici piu importanti della Cobalt con cui continua a collaborare fino al 1993. Nel 1984 pubblica il primo libro della serie di Oka no ie no Mikkii (Micky della casa della collina) cui faranno seguito fino al 1988 altri nove volumi. I romanzi, ripubblicati nuovamente nel 2001, narrano la storia di Asaba Miku, un’adolescente che frequenta una prestigiosa scuola media del centro di Tokyo per signorine di buona famiglia costretta d’improvviso il secondo anno ad abbandonare l’istituto per seguire il padre il quale ha deciso di trasferirsi in un’altra localita dove da lungo tempo desiderava andare a vivere. All’inizio la protagonista rimane disorientata dal cambiamento tra la vecchia realta della capitale e il nuovo ambiente provinciale, ma, poco per volta, il suo sguardo sul mondo che la circonda diviene sempre piu ampio e riesce a stringere nuove amicizie. I volumi dal primo al sesto riguardano il periodo della scuola media, quelli dal settimo al decimo la scuola superiore. Ne sono stampate circa centomila copie per ogni prima edizione. Il primo romanzo e stato trasposto anche in fumetto. Sono stati inoltre pubblicati numerosi testi in varia maniera connessi a questo ciclo. Nel 1987 scrive per la casa editrice Hayakawa Akemeyami tojimeyami (Oscurita’ con gli occhi aperti, oscurita’ con gli occhi chiusi), raccolta di racconti fantastici che segnano il suo passaggio anche al fantasy e alla SF. Nel 1989 poi con MOTHER (MADRE) inizia a pubblicare testi basati sui personaggi e le situazioni di videogiochi RPG (Role Play Game). Riguardo tale genere, particolarmente apprezzati sono stati i suoi libri sulla saga di Dragon Quest.
Kumi racconta e metabolizza l’esperienza del periodo iniziale della sua attivita’ di scrittrice nell’interessante testo Kobaruto funroku (Note sull’avventura alla Cobalt) uscito nel 2004. Nel 1987 impone una svolta decisiva alla sua carriera cominciando a scrivere opere fantasy e in seguito dedicandosi alla fantascienza (anche se ad essere precisi aveva gia prodotto precedentemente lavori inerenti la SF). Nel 1993 chiude definitivamente il suo ormai decennale sodalizio con la Cobalt. Forte dell’esperienza maturata come scrittrice, si dedica ai piu disparati generi letterari a partire dall’horror fino a giungere al mistery dando libero sfogo a tutto il suo straordinario eclettismo che risulta chiaramente evidente in opere come il recente 45 sai, mo unde mo ii kashira? (Va bene partorire a 45 anni?) dove descrive gli avvenimenti legati alla sua maternita’.
Kumi ha inoltre tradotto in giapponese diversi volumi dell’illustratore e scrittore per l’infanzia americano Arthur Geisert (1941-).
Data la sua lunga frequentazione degli ambienti letterari e artistici ed i suoi molteplici interessi, Kumi e’ un personaggio certo ben conosciuto nel suo paese. Non deve quindi stupire vederla citata pure dal fumettista Aoyama Gosho (1963-) – noto anche in Italia – nei file dallo 052 allo 055 del manga e nell’episodio numero sedici dell’anime Meitantei Konan (Detective Conan). I quattro personaggi che li vi compaiono si chiamano difatti Kumi, Saori, Hatano e Ineko che non sono altro che la scomposizione dello pseudonimo e del vero nome della scrittrice.
Nel 1992 si sposa con Hatano Yo (1967-) e si trasferisce a Karuizawa nella prefettura di Nagano dove risiede a tutt’oggi con il marito, la figlia Sakuya, tre cani, un gatto, undici falchi, un cane della prateria, tre tartarughe, due serpenti e un pesce tropicale. Sempre nel 1992 scrive Karuizawa dobutsuki (Cronache d’animali di Karuizawa). L’anno seguente fa uscire Shinjinsho no torikata oshiemasu (V’insegno il modo d’aggiudicarvi un premio letterario per esordienti) apprezzato testo didattico sulla scrittura e su come affrontare la stesura di un’opera letteraria. In seguito ha dato alle stampe numerosi volumi quali la raccolta di racconti Haramu (Incinta) e i romanzi Densha (Treno) e Shudojo Mariko (Mariko la monaca). Da ricordare inoltre il ciclo fantasy di Doragon famu (Dragon farm) incentrato sulle avventure di Funf, giovane allevatore di draghi. Ad oggi ha pubblicato quasi duecento romanzi.
In italiano in ALIA3, CS_libri, 2006, e’ stato edito il racconto Angeli dall’apparenza malvagia e un dialogo tra lei e lo scrittore Fabio Lastrucci e’ uscito nella rivista letteraria LN-LibriNuovi 38, CS_libri, 2006.

LN-LibriNuovi 46

Lascia un commento

LN46E’ uscito oggi il numero 46 della rivista di cultura letteraria e letteratura LN-LibriNuovi che contiene, tra i molti interessanti articoli e recensioni, anche il mio racconto L’uomo casa editrice

***********************

SOMMARIO

Contenuti e Contenitori

5 – Le Sentinella: Un libro per i prossimi tre mesi

11 – Luna storta: Farsi leggere senza farsi borseggiare [2]

22- Luna storta: La penisola e l’isola, due mondi librari a confronto

30 – CS_libri: premiati i Rudi!

Il Golem

33 – Giacobbe, Giobbe e La preghiera darwiniana

36 – Noi non ci saremo

39 – Numeri assassini

Interzona

42 – Quel povero diavolo di Satana

46 – Quelle ombre sul mare di Elle

52 – Fa piu’ rumore l’albero che la foresta che cresce

54 – Barbari, omologati ed elite culturali

57 – Storia & storie

In un’aria diversa

61 – Tutto il mondo e’ solo

63 – Karla Suarez racconta la Viaggiatrice

66- A capofitto nel passato

67 – Storie superflue di coppie troppo strane

68 – Gli occhiali del fantastico

69 – Condannati dalla nascita

Il Magazzino dei Mondi

71 – Il tempo dell’attesa: cambiare la propria vita in poche mosse

82 – Nuova epica italiana?

84 – Una grande macaria

86 – Dalla West Coast alla follia

88 – Possiamo citare Durrenmatt, possiamo citate Kafka mac

90 – Aggiustare il sapore della vita

91 – L’incantatore di sergenti e altre frivolezze

92 – Legittime offese

93 – Contro la follia dei sani

94 – La nostalgia e un passato che non puo’ passare

96 – Come ci si lascia

97 – Un dio celtico ancora in attivita’

98 – Le strade diverse da e per un libro

101 – Napoli nobilissima.

Napoli nella narrativa di Valeria Parrella

109 – Letture controvoglia

112 – Il Sigillo grigio, sette lustri fa

116- Il coraggio di un esule

117 – Il mondo alla rovescia del reduce Cutter

TerraNova

119 – Per una storia naturale della narrativa fantastica 36.

Marte e i marziani da La guerra dei mondi a Mars Attacks!

135 – Qualcuno ha da accendere?

137 – La fine del mondo e dentro di noi

139 – Un’innocua fantasticheria

139 – Nel labirinto della nostra mente

141 – Quando trujllo era peggio di Darkseid

143 – Fantasmi verdi: l’attualita del fantastico

Una frase, un rigo appena…

145 – L’Uomo casa editrice di Massimo Soumare’

***********************

Ordinabile anche tramite IBS.it.

文学誌「LN-LibriNuovi」46号に自分の短編「L’uomo casa editrice」(「出版社男」)が載りました。つまり、1年半前から、毎号、こちらの作家の、出版界、本屋、本などをテーマにする短編を掲載していることです(以後、それらを収録して単行本として出版する企画もあるらしい)。マッシモ・チーティさんがご自分のブログに書いたコメントによると「Il delirante racconto di Massimo Soumaré dal titolo L’uomo casa editrice, una surreale parodia delle smanie di pubblicazione e autopubblicazione che rovinano la vita di un sacco di gente.」(マッシモ・スマレの「出版社男」と言う錯乱した短編は、自分の人生をめちゃくちゃにするセルフパブリッシングやパブリッシング熱望の人に 関する超現実的なパロディだ。)だそうです。確かに、“錯乱”と“超現実”はこの短編にまさに相応しい言葉です。(爆笑)
と言うのは、出版社になってしまう主人公の変わった話ですけど……。

Mie pubblicazioni in giugno

5 commenti

urlA fine mese dovrebbe uscire il numero 46 della rivista LN-LibriNuovi. Da circa un anno e mezzo viene edito, a turno, un racconto di un sempre diverso autore italiano incentrato sul tema dei libri, dell’editoria e delle librerie. Questa volta e’ il mio turno. Massimo Citi ha cosi’ definito L’uomo casa editrice nel suo blog Fronte & retro:

****************************
Il delirante racconto di Massimo Soumare’ dal titolo L’uomo casa editrice, una surreale parodia delle smanie di pubblicazione e autopubblicazione che rovinano la vita di un sacco di gente.
****************************

Delirante e surreale, due definizioni che ritengo definiscano perfettamente l’essenza della mia storia…

Mercoledi’ della prossima settimana, come riportato nel blog Alia evolution, dovrebbe finalmente uscire ALIA Sol Levante, un’antologia di 218 pagine con i racconti di undici noti scrittori e le illustrazioni di sei artisti nipponici da me curata. Questa volta il volume si tinge in particolar modo dei colori della fantascienza!

A luglio dovrebbe poi uscire una mia collaborazione su di una rivista giapponese. Ulteriori notizie in seguito 🙂