Una raccolta di saggi su Cornell Woolrich

Lascia un commento

LincubSabato 13 marzo 2010 alla Librerie Coop, Piazza Castello 113, Torino, si terra’ la presentazione del volume di saggistica L’incubo ha mille occhi a cura di Antonino Fazio e Riccardo Valla edito dalla casa editrice Elara. Ingresso libero.
Interverranno: Ugo Malaguti (direttore letterario di Elara), Giuseppe Lippi (direttore di Urania, saggista e critico), Riccardo Valla (critico, saggista e traduttore) e Antonino Fazio (critico e scrittore).

***************************
Era dal 1986, anno di uscita del volume Nero su Nero. Tutto su Cornell Woolrich (supplemento all’Omnibus Mondadori Appuntamenti in nero) che non vedeva la luce un libro dedicato al grande autore americano, maestro del Noir, le cui storie angosciose e piene di suspense hanno tenuto col fiato sospeso generazioni di lettori. La raccolta di saggi critici approntata da Riccardo Valla e Antonino Fazio mette insieme i punti di vista di diversi studiosi e appassionati, che esplorano l’universo narrativo woolrichiano in tutte le sue pieghe, sfumature e sfaccettature, per comporre un quadro d’insieme, la cui complessita’ non manchera’ di apparire al lettore nella sua correlazione con la personalita’ altrettanto complessa e variegata del Woolrich uomo e scrittore.
***************************

Il Premio Seiun 2009 ed io

4 commenti

SF2007Ok, ovvio che non l’ho vinto. Non ero neppure in concorso, hahaha… Pero’, in un certo senso, un pezzetto, un piccolissimo frammento posso anche dire di essermelo aggiudicato…
Scopro oggi con piacere a sorpresa su di un sito spagnolo (e immediatamente l’ho verificato sul sito ufficiale giapponese) che il volume Sekai no SF ga yatte kita !! Nipponkon fairu 2007 curato da Komatsu Sakyo in cui compaiono miei due saggi (vedere questo post per ulteriori informazioni sul libro), ha vinto la scorsa settimana durante la quarantanovesima edizione della Nihon SF Taikai il Premio Seiun nella sezione non-fiction!!
Qui e’ possibile leggere (in giapponese) il discorso tenuto da Tatsumi Takayuki che rappresentava la SFWJ (L’associazione degli scrittori di fantascienza e di fantasy del Giappone) al ritiro del premio.

Beh, in fondo l’importante e’ esserci! (^^)b